Casa Betania: luogo di fraternità di Don Matteo Cascio

E’ da diversi anni che le comunità cristiane della città di Lissone collaborano nella cura dei ragazzi e dei giovani con l’Unità di Pastorale Giovanile (che comprende anche la parrocchia della Bareggia) con i cammini del gruppo preadolescenti, adolescenti, diciottenni e giovani. Una proposta pastorale che ha attraversato diverse esperienze e dura da diversi anni è quella della “Casa Betania”, nata nella casa del coadiutore presso l’oratorio del San Luigi.

“Casa Betania” è diventato luogo per proporre le esperienze di “Vita comune” per gli adolescenti, diciottenni e giovani. Un tempo e un luogo in cui condividendo la vita quotidiana i giovani gustano uno stile di fraternità cristiana da poter poi riportare nelle loro famiglie, tra i loro amici e nei loro impegni di tutti i giorni.

Così anche per i diciottenni e i giovani si è trovato un luogo dove potersi ritrovare settimanalmente per approfondire la propria fede e la propria umanità in un ambiente famigliare e fraterno.
In continuità con questa proposta e avendo a disposizione la casa in via Montenero, abbiamo pensato di valorizzare quel luogo per farla diventare la nuova “Casa Betania” a disposizione della pastorale giovanile delle nostre comunità. Diventa così l’attenzione ai giovani di tutte le comunità cristiane lissonesi a pochi metri dalla Chiesa Prepositurale.

Dopo alcuni leggeri interventi di rimessa in ordine degli ambienti, i giovani si sono preoccupati di rendere accogliente il luogo che comprende un grande salone per condividere insieme i momenti dei pasti e di catechesi, una cucina dove ci si prende cura gli uni degli altri portando e preparando da mangiare, 4 stanze nel secondo piano dove possono dormire fino a 40 ragazzi e infine il cuore della casa che è una piccola cappellina dove si ritrova la fonte dello spirito della condivisione, della fraternità e dell’amicizia: il volto di Gesù benedicente.

Il nome del luogo ha il sapore del Vangelo, infatti la casa che Gesù frequenta a Betania (paese della Terra Santa) è la casa dei suoi amici, dove ritrova i tre fratelli Marta, Maria, Lazzaro.
E’ lì che Gesù trova ristoro nelle buone relazioni di fraternità e amicizia, è lì che attraversa il dolore della morte dell’amico Lazzaro, è sempre lì che si lascia voler bene con quel gesto, gratuito ed eccessivo, di Maria di Betania che utilizza l’olio di Nardo per profumargli i piedi.

L’intenzione è quella di avere una casa dove è possibile fare esperienza di stare con il Signore, sempre dall’invito che fa Gesù “Venite e Vedrete” ai giovani discepoli di Giovanni Battista che volevano sapere lui dove avesse dimora.
Così domenica 8 ottobre vogliamo aprire le porte di questa casa a coloro che vorranno passare a visitarla.
Dopo la messa delle 10.00 in Chiesa Prepositurale, celebrata da don Massimo Pirovano, attualmente responsabile della pastorale giovanile diocesana, ci porteremo in via Montenero per la benedizione della casa, e da quel momento fino alle 23.00 è possibile passare per visitare gli ambienti e sentirsi raccontare le proposte dell’Unità di Pastorale Giovanile.

Programma della giornata:
ore 10,00:
S. Messa in Prepositurale dove sono invitati in modo particolare gli adolescenti, i diciottenni e i giovani, a seguire benedizione di Casa Betania e aperitivo.

dalle 13,00 alle 22,30:  la casa rimane aperta per chi volesse visitarla, accompagnati dai giovani delle nostre comunità
ore 18,30: preghiera del vespero
dalle ore 19,30: happy hour musicale.

 

Nb.
Il volantino nell’artico ci è stato gentilmente inviato dall’ AZIONE CATTOLICA di Lissone che ringraziamo per la collaborazione prestata.

 

 

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m
COMUNITA’ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA della CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
S Giuseppe Artigiano – SS. Pietro e Paolo
LISSONE

Commenti chiusi