8 Ottobre 2017 – Festa della Comunità Pastorale.

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

Da otto anni siamo una “ COMUNITA’ PASTORALE”  perché l’Arcivescovo del tempo, il compianto Card. Dionigi Tettamanzi recentemente scomparso,  aveva così deciso per noi, sapendo bene che il cammino verso una ‘piena comunione’ fosse  faticoso, tanto da richiedere paziente disponibilità, spirito di sacrificio, umiltà e generosità da parte di tutti i membri della comunità: presbiteri, diaconi, religiosi, laici…

Sentivamo di aver bisogno di ‘Qualcuno’ che ci sostenesse e ci aiutasse con il suo esempio, la sua testimonianza, la sua santità. Uno dei primi atti del Consiglio Pastorale Unitario (CPU), su una felice proposta del Parroco Don PINO CAIMI, fu quello di pensare a Suor Teresa Benedetta della Croce’ (al secolo  Edith Stein) perché  stesse con noi , in questa straordinaria esperienza di Chiesa. Si è soliti parlare del ‘patrono’ di una chiesa, di una Parrocchia, tanto che si celebra la festa ‘patronale’. Non ci pare si debba pensare così  nel nostro caso: la scelta di Santa Teresa Benedetta era dovuta alla sua testimonianza.

L’abbiamo voluta con noi perché ci parlasse della sua ricerca di Dio che dall’ateismo l’ha portata  alla scelta radicale non facile della clausura carmelitana, dalla riflessione filosofica è giunta all’incontro con Gesù Cristo tanto da seguirLo nella sua donazione all’uomo,  visibile sulla croce, dalla fede antica dei suoi padri, l’ebraismo (seppure lasciata in adolescenza)  è passata con una decisione sofferta in famiglia, soprattutto dall’amata madre, alla  Chiesa Cattolica e  all’estremo  sacrificio per il suo popolo nella camera della morte in Auschwitz.
Ella ancor oggi, ed ancor di più, ‘sta con noi’ e parla al cuore di ogni uomo o donna del nostro tempo (che è poi il ‘suo’!), alla nostra gente, alla nostra Comunità di fede, nella realtà secolarizzata del nostro paese.

Questo giorno  fa memoria anche di quello del lontano 1998, quando il Santo Padre San GIOVANNI PAOLO II° l’ha iscritta nell’albo dei Santi e l’ha proposta all’Europa come sua Patrona…
E noi lo celebriamo perché con Lei possiamo diventare giorno dopo giorno una vera comunità cristiana, la Chiesa di  Cristo, ‘unita’ nella comunione di fede, nella testimonianza della carità, nell’ascolto della Parola e nella preghiera comunitaria, aperti al futuro di Dio.

Questo era anche il senso  della decisione presa dal ‘Direttivo della Comunità pastorale’, con l’appoggio ed il sostegno del Parroco Don PINO CAIMI, Parroco di ‘ quel tempo’, di ricordarla nella Domenica che precede la Dedicazione della Nostra Chiesa Prepositurale.

Come sarebbe stato di ritrovarci tutti insieme, sacerdoti, religiosi e laici, al vespero di sabato 7 ottobre 2017, celebrando la S. Messa vigiliare. Così non è stato per mancanza di tempo e perché tutti troppo… forse troppo… impegnati.
Ma la nostra ‘ Santa Patrona’ è lì in tutte le nostre Chiese Parrocchiali a continuare il ‘ suo apostolato di preghiera e di testimonianza ‘  nella speranza che dai fedeli  salga ogni giorno la preghiera al Dio che fa i santi perché per la grazia dello Spirito Santo conduca tutti noi alla pienezza della fede e della carità,  come testimonia SANTA TERESA BENEDETTA DELLA CROCE, Patrona della nostra Comunità Pastorale.

 

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

Chiediamo tutti protezione e aiuto a Santa Teresa Benedetta della Croce (Edith Stein),
la santa che, davanti alla Croce, ha esclamato:
Per la prima volta mi apparve visibilmente la Chiesa,
nata dalla Passione di Cristo 
e vittoriosa sulla morte.
In quel momento stesso la mia incredulità cedette,
il giudaismo impallidì  ai miei occhi,
mentre si levava dal mio cuore
la luce di Cristo”

COMUNITA’ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA della CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
S Giuseppe Artigiano – SS. Pietro e Paolo
LISSONE

Commenti chiusi