Quaresima: un dono di Don Tiziano Vimercati – Parroco

Di solito associamo la quaresima, in modo sbrigativo, a un tempo di penitenza, sacrifici, privazioni, quasi sempre comunque in termini non proprio positivi.
Anche se poi, in realtà, per molti cristiani non cambia proprio nulla nello stile di vita di questo periodo, le penitenze e i sacrifici riguardano casomai gli altri.

Invece: la quaresima è un dono perché è l’occasione per riscoprire valori e modi di vivere non più condivisi, o addirittura derisi, ma certamente cristiani. L’episodio di Gesù nel deserto ci fa capire bene quanto la quaresima sia un dono.

Gesù è l’uomo libero, l’uomo che sa sganciarsi dalle logiche terrene di potere che sembrano promettere molto ma in realtà ci rendono schiavi. E’ libero perché riconosce ciò che lo incatena e ciò che invece ne esalta la dignità.

Quaresima come sobrietà: ci libera dalla corsa alle cose inutili, dal desiderio insano di avere sempre di più, dal non essere mai contenti, e ci mostra come le scelte che scaturiscono dal cuore siano capaci di renderci liberi.

Quaresima come essenzialità: riscoperta di ciò che può dare senso alla vita, a chi conviene affidarla, di che cosa viviamo veramente, al di là delle parole.

Quaresima come solidarietà: non perché facciamo qualche elemosina, comunque utile per chi la riceve, ma perché con la nostra penitenza e sobrietà è come se ci mettessimo nei panni di chi, quella penitenza, la subisce tutto l’anno. Sarà comunque poca cosa, ma la voglia di giudicare ce la toglierà e forse capiremo meglio il dolore di tanti uomini e donne.

Quaresima come comunione: pregare, nutrirsi della Parola e fare penitenza ci apre a una maggior conoscenza di Dio, e ci sentiremo legati da profonda comunione non solo con Lui, ma con tutti gli uomini e donne di questo mondo, come fratelli, figli dello stesso Padre.

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

Mi sono resa conto che DIO
è una persona capace di amare,
che si può entrare in relazione con LUI
non solo in modo astratto ma realmente,
ho compreso che tiene nelle sue mani il mio destino,
che mi ama per come sono,
che il suo amore è tenero e forte,
capace di rendermi felice
e di riempire totalmente la mia vita,
come la più ardente passione.
( Kinga della Trasfigurazione – Suora del Carmelo. 1973-2009)

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE

I commenti sono chiusi