Esserci, là dove si soffre di Don Tiziano Vimercati – Parroco

Don Tiziano Vimercati – Parroco

Una ragazza lissonese, Riccarda Pagani, rimase affascinata dal carisma di Madre Francesca Saverio Cabrini.
Nacque qualche giorno dopo la fine della Prima guerra mondiale, quando erano ancora tanti gli italiani costretti a emigrare in varie parti del mondo in cerca di una vita migliore. Riccarda scelse l’Istituto Missionario del Sacro Cuore di Gesù, perché voleva essere missionaria in quell’Istituto che, come carisma specifico, aveva l’assistenza ai migranti italiani.


Dedicò tutta la vita, assai lunga, a questa missione: Italia, Stati Uniti, Australia, Svizzera sono i luoghi dove ha lavorato per il Regno di Dio e per i fratelli migranti.
E’ consolante, e soprattutto evangelico e profetico, vedere come la chiesa, attraverso la dedizione di tanti uomini e donne coraggiose, ha saputo comprendere i segni dei tempi, la situazione difficile che si era creata con le migrazioni in atto, e ha cercato di dare una risposta, di esserci, là dove si soffriva, si lottava e si moriva ogni giorno.
Non dalla comoda posizione di una poltrona di comando, dove non si vede il volto del sofferente, ma prevale l’egoismo, il tornaconto, l’uso del dramma per altri scopi poco puliti. Intanto la storia si ripete, e non impariamo nulla.
I nostri migranti hanno sofferto tantissimo.


E’ vero.
Insultati, disprezzati, incarcerati anche se innocenti, uccisi solo per odio razziale, giustiziati dopo processi farsa (vedi la storia di Sacco e Vanzetti).

La stampa americana, sistematicamente seminava odio contri i migranti, soprattutto italiani, definiti eredi dei briganti napoletani, sporchi, ladri, imbroglioni, malavitosi. Un odio che portò a tante azioni nefaste: nel 1891 a New Orleans una folla inferocita fece irruzione nelle prigioni e trucidò undici italiani per un reato che non avevano commesso, e di cui, tra l’altro, erano già stati assolti.
Solo ora la città ha deciso di riconoscere la verità: il sindaco di New Orleans, il mese scorso, ha chiesto ufficialmente scusa per quanto avvenuto. Un appunto scritto dalle prime suore che con Madre Cabrini sbarcarono in America

Si udiva parlare dell’odio che si ha qui per gli italiani e le scuole loro, le difficoltà grandi che avremmo di vincere…
Gli italiani erano odiati, trattati come animali, perseguitati peggio dei negri… Tutto questo è vero. Però ci deve spingere a non fare lo stesso errore, a non cadere nello stesso tranello. L’odio di allora era alimentato dalla cattiva stampa, da false notizie, dai luoghi comuni, da una paura alimentata ad arte.
Niente di nuovo sotto il sole, verrebbe da dire. Proprio per la tanta sofferenza patita, non trasformiamoci da vittime in carnefici.
Il carisma di Madre Cabrini, ora santa e patrona dei migranti, era evangelico e profetico allora, è attuale oggi.

Così si è espresso PAPA FRANCESCO parlando di Madre Cabrini: Consacrò la vita al servizio dei migranti e ci ha insegnato come possiamo accogliere, proteggere, promuovere e integrare questi nostri fratelli e sorelle…
I migranti hanno sempre bisogno certamente di buone leggi, di programmi di sviluppo, di organizzazione, ma hanno sempre bisogno anche e prima di tutto di amore, di amicizia, di vicinanza umana; hanno bisogno di essere ascoltati, guardati negli occhi, accompagnati.

Santa Francesca Saverio Cabrini



Anche nelle mutate condizioni sociali le missionarie del Sacro Cuore continuano la missione cercando di favorire l’integrazione dei bambini immigrati, qui in Italia, in Inghilterra, in Spagna.

Un carisma attuale e interessante ancora oggi.
Un grazie riconoscente a suor Riccarda, che ha raggiunto il Signore Gesù e i tanti fratelli che ha servito durante la vita e che ora riposa nel nostro cimitero. 

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m
La nostra meta deve essere l’infinito, 
non il finito. 
L’Infinito è la nostra Patria, 
perché da sempre siamo attesi in Cielo. L’Eucaristia 
è la mia autostrada per il Cielo!
( Carlo Acutis )

COMUNITA´ PASTORALE
S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE



I commenti sono chiusi