L’uomo nella profondità di DIO di Don Tiziano Vimercati – Parroco

Don Tiziano Vimercati

Festa dell’Ascensione del Signore: non è facile da comprendere.  

S. Dalì: Ascensione di Cristo

Così come è raccontata nel libro degli Atti degli Apostoli può lasciarci perplessi. Dobbiamo andare oltre e capire che con questo racconto non si vuole fare la cronaca di un fatto, cosa impossibile, ma esprimere un mistero, illuminarlo, per quanto possibile. Senza dimenticare che dovremo rimanere sempre in ricerca e che mai potremo dire di possedere il mistero. Che poi è quello della risurrezione: anche l’ascensione ci dice che Gesù non è rimasto nel buio di una tomba, nel potere della morte, ma è nella luce di Dio, ha raggiunto la pienezza della vita.
Ora Gesù non è più con noi, ci ha lasciati per “andare” nella gloria, alla destra del Padre. Allora mi sembra che questo suo “andare” ci suggerisca che anche per noi la vita è un cammino che continua anche dopo la morte, stiamo anche noi “andando” verso una meta.
A Pasqua abbiamo detto che risorgiamo con Cristo; ora diciamo che risorgiamo per andare con Gesù, nella vita di Dio. Questa meta finale è capace di cambiare la nostra vita.    

Sicuramente capita di chiederci: Dove stiamo andando?
C’è uno sbocco a questa vita?
Un senso al nostro soffrire, alle tante fatiche sopportate, a ciò che riusciamo a costruire giorno dopo giorno?
O è tutto vano e nulla resterà alla nostra morte?
Hanno ragione quelli che dicono che la vita, per quanto bella e meravigliosa possa essere, in realtà non è gran cosa perché finisce inesorabilmente con la morte che sembra togliere valore a tutto?  
Sapere che c’è una meta, un cammino che stiamo compiendo che non ci porta al nulla, ma alla pienezza di vita con Dio, è un’altra cosa. Cambia il significato di ogni gesto che compiamo, il senso della quotidianità, che può anche sembrare monotona ma che esprime la realtà della nostra vita.

Romano Gaurdini

Un teologo, Romano Guardini, scrisse: Solo il cristianesimo ha osato situare un corpo d’uomo nella profondità di Dio. Questa è la meta del nostro cammino in questa vita: porre ciò che siamo in Dio, stare per sempre con Lui.

Un mistero da contemplare fin da ora. Un mistero contemplato che comunque non ci distoglie dalla vita concreta, quella di tutti i giorni.
Se contempliamo il volto di Dio, per quanto ci è possibile, non è per una alienante fuga nel futuro, ma per incarnare la bellezza del suo volto che diventa la bellezza della nostra vita.

Il cristiano, se occorre, sa immergersi nel fango dell’umanità, nelle stive delle navi, stare con i diseredati e gli ultimi, vivere le realtà terrene illuminandole di luce, trasfigurandole in Dio, scoprendo e annunciando la sua presenza tra noi.

Simone Weil

Scriveva Simone Weil, ebrea, mistica, con profonda intuizione: Quello che i fa capire se uno è passato attraverso il fuoco dell’amore divino non è il suo modo di parlare di Dio; è il suo modo di parlare delle cose terrene.

Se uno ha il cuore orientato a Dio, se lo cerca con sincerità, si pone, nelle cose di tutti i giorni, nei rapporti umani, in ogni sua relazione, con lo sguardo di Dio, con i pensieri che sono di Dio, con un amore che è quello che ci ha insegnato Gesù.     

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

P

La tua ascensione al cielo, Signore,
mi colma di gioia perché è finito per me il tempo
di stare a guardare ciò che fai
e comincia il tempo del mio impegno.
Ciò che mi hai affidato, rompe il guscio del mio individualismo

e del mio stare a guardare
facendomi sentire responsabile in prima persona
della salvezza del mondo.
A me, Signore, hai affidato il tuo Vangelo,

perché lo annunciassi su tutte le strade del mondo.
Dammi la forza della fede, come ebbero i tuoi primi apostoli,

così che non mi vinca il timore, non mi fermino le difficoltà,
non mi avvilisca l’incomprensione, ma sempre e dovunque,
io sia tua lieta notizia, rivelatore del tuo amore,
come lo sono i martiri e i santi

nella storia di tutti i popoli del mondo.
( PAPA BENEDETTO XVI°)

COMUNITA´ PASTORALE
S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE

I commenti sono chiusi