La situazione è occasione, ecco la Proposta pastorale 2019/2020

Don Cristiano Passoni

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo i pensieri su “La situazione è occasione la Proposta pastorale 2019/2020 “ scritti da Don Cristiano PASSONI, assistente Generale Azione Cattolica di Milano

La situazione è occasione è la proposta per l’anno pastorale 2019-2020” scritta dal nostro Arcivescovo di Milano, S. Em. Rev. Mons. MARIO DELPINI, e rivolta ai noi fedeli ambrosiani in vista del prossimo anno pastorale, che avrà inizio sabato 7 settembre 2019, festa liturgica della Beata Vergine Maria.

L’Arcivescovo scrive nell’introduzione: “ La gloria di Dio non è una parola magica che trasfigura la storia in una favola, ma è la grazia dello Spirito Santo, l’amore che rende capaci di amare e trasfigura la storia nell’occasione propizia: il Regno di Dio è vicino, è in mezzo a noi. La situazione, per coloro che sono guidati dallo Spirito di Dio, è occasione”.

Perché mai “ la situazione è occasione”? Ma, poi, occasione di cosa? E per chi? E’ proprio l’inizio della lettera pastorale del nostro Arcivescovo Mario a darcene la chiave: “viviamo un tempo di grazia: la gloria di Dio abita sulla terra e tutta la trasfigura”.
La situazione è occasione” non semplicemente perché occorre sfruttare al massimo l’attimo o perché, come si dice, “ogni lasciata è persa”. Così sarebbe un’idea troppo sfrontata e opportunista, di un azzardo temerario.
Invece, “la situazione è occasione”, perché “la gloria di Dio abita la terra e tutta la trasfigura”.

J. Mirò: il linguaggio dei segni


In tal modo il cristiano impara a riconoscere ogni circostanza come luogo di rivelazione della gloria di Dio e della sua premurosa provvidenza. La Bibbia, del resto, trabocca di racconti in cui la Provvidenza di Dio consolida e rilancia la sua promessa, all’interno ogni frammento del vivere. Certo, occorre che la libertà dell’uomo la riconosca e vi si affidi, dimorando in essa.

Del resto, perché mai alzare lo sguardo “nell’ora più calda del giorno”, quando tutto sembra chiedere di ripiegarsi su di sé?
Eppure, senza quello sguardo, mai Abramo avrebbe incontrato i suoi tre ospiti con la loro strepitosa promessa. Non era, certo, il tempo più favorevole, secondo certi punti di vista, ma la situazione fu occasione.
Perché mai, ancora, lasciarsi attrarre dall’insolito spettacolo di un roveto che arde e non si consuma, quando ormai ci si poteva accontentare di quello che la vita aveva saputo trovare, dopo una dolorosa fuga dalla propria storia?
Eppure, senza quella provvidenziale deviazione, mai Mosè avrebbe potuto parlare con il Roveto che non si estingue e inaugurare il cammino dell’esodo.
Perché mai, ancora, ascoltare le domande importune di un viandante, fattosi misteriosamente compagno di strada?
Eppure, senza quell’invito fatto sulla soglia, al calare del sole, mai i due di Emmaus lo avrebbero riconosciuto allo spezzare del pane.
Anche in quel caso la situazione fu occasione, come lo è stata per Paolo e molti altri ancora. E, a pensarci, accade così per ciascuno di noi.

La nostra comunità è invitata ad alzare lo sguardo,  la nostra Chiesa Diocesana, nel suo peregrinare in questa terra, segnata da una storia antica e da una irrequieta vivacità presente, sta assumendo un volto nuovo”, osserva l’Arcivescovo in apertura.
Non solo.
Segretamente, ogni uomo desidera che la situazione diventi occasione.
Hello Sunshine è la canzone con al quale B. Springsteen ha lanciato il suo ultimo lavoro. Nel suggestivo video, una macchina dal nome “El camino”, targata Hello Sunshine, scivola sulla strada, divorando la pianura. E’ il viaggio della vita, tra un luogo e un altro, tra la notte e il giorno. Non si sa chi vi viaggi dentro, ma ci si sforza di raccogliere la sua insistita domanda: “Ne ho avuto abbastanza di cuore infranto e dolore… Benvenuto, raggio di sole, resterai?”. Come dire: “che la situazione diventi occasione!”.

Ma poi, appunto, la situazione è occasione per cosa?
Di visione e di trasfigurazione. Di visione di Dio e di trasfigurazione della vita. La storia di Dio e con Dio inizia sempre così, dai tempi di Abramo, fino a Maria e oltre, dentro le nostre minuscole e straordinarie vite.

Nel testo l’Arcivescovo propone sei lettere che ripercorrono le diverse fasi dell’anno liturgico, ravvisando nel susseguirsi ordinario di questi momenti quelle situazioni che possono diventare occasioni di grazia nel tempo vissuto in relazione con Dio.

In difficili tempi di smobilitazione generale P. Florenskij scriveva: “ il principio musicale, interiormente profondo e organico, non è sistematico. Leitmotiv e antifone si ripeteranno in differenti correlazioni e si chiariranno”.
Anche per questo “ la situazione è occasione”.

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

COMUNITA´ PASTORALE
S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE

I commenti sono chiusi