Nel segno della presenza di Gesù

Il segno più grande della presenza di Gesù Risorto e il momento più bello per riconoscerlo e accoglierlo con fede è l’Eucarestia.
È festa, è il giorno del Signore. Dio Padre chiama tutti i suoi figli a riunirsi attorno a Gesù: la Comunità Pastorale S. Teresa Benedetta della Croce sta insieme per il grande ringraziamento.
Veniamo da case diverse, ma le nostre strade si congiungono verso un unico luogo di appuntamento: la CHIESA, casa di preghiera della Comunità. Lì incontriamo Gesù come i due discepoli che, il giorno di Pasqua, andavano da Gerusalemme a Emmaus.
E alla mensa della parola e del pane di vita, il sacerdote ci accoglie: nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Domenica sera, davanti al mistero della Eucaristia, cha abbiamo portato nelle nostre strade cittadine … non potevamo che metterci in ginocchio… e pregare… come hanno fatto alcune persone ai lati delle strade.
Durante la celebrazione eucaristica domenicale, il celebrante, lo aveva fatto con queste parole: Signore Gesù Cristo, che nel mirabile sacramento dell’Eucaristia ci hai lasciato il memoriale della Pasqua, fa che adoriamo con viva fede il santo mistero del tuo Corpo e del tuo Sangue, per sentire sempre in noi i benefici della redenzione
Gesù si dona nel pane e nel vino e lo fa per salvarci!
Questa idea non ci ha abbandonato per tutta la giornata. Domenica 2 giugno 2013 è stata davvero speciale per la nostra Comunità Pastorale raccolta in adorazione e riunita in processione.
Tutti intorno a GESU’.
Già nella S. Messa avevamo chiesto al Padre il dono dell’unità e della pace: questa processione è stato un piccolo segno.
Concedi benigno alla tua Chiesa, o Padre,i doni dell’unità e della pace, misticamente significati nelle offerte che ti presentiamo. E si  concludeva con questa orazione: Donaci Signore,di godere pienamente della tua vita divina nel convito eterno,che hai fatto pregustare in questo sacramento del tuo Corpo e del tuo Sangue.
Al termine, prima della benedizione, sul sagrato della Prepositurale per bocca di Don Marco De Bernardi, é stato un momento per dire a Gesù,  con tutto il cuore, le bellezze, le sofferenze e le fatiche nella nostra vita; e abbiamo chiesto a LUI particolari grazie per chi nel mondo è sfruttato, maltrattato, ammalato e reso schiavo.
Gesù apre a ciascuno di noi le porte del Paradiso!
Con quali parole posso dirgli grazie?
Perché non provare, davanti a Lui presente nel Santissimo sacramento, a scrivere una mia personale preghiera? Poche parole sincere, con le quali aprire il cuore per attendere, fiduciosi, che Lui lo visiti.
Poi, con la musica della Banda di S. Cecilia e il canto di molti presenti e di tutti i sacerdoti e religiosi della Comunità S. Teresa Benedetta della Croce, Don Marco che tra poco ci lascerà per altro incarico, ci ha salutato nel: Nome del Padre, del figlio e della Spirito Santo. Amen

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
 Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE

I commenti sono chiusi.