La VOCE del PREVOSTO – AVVENTO: tempo della speranza

Don Tiziano Vimercati – Prevosto della Comunità

avvento_1_2014a

 

Così leggiamo nel brano di vangelo di oggi:                                                                     
Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria.
Egli manderà gli angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo ( cfr.  Marco 13, 26-28).    

E’ uno sguardo sul futuro, che per un cristiano è sempre aperto all’incontro con il Signore.
E’ uno sguardo di attesa: ci ricorda che la nostra vita non si esaurisce nella quotidianità, con le piccole e grandi cose di ogni giorno. E non si esaurisce neanche con l’intera esistenza perché la nostra vita va oltre, è chiamata a continuare nell’eternità.
E’ uno sguardo che vuole essere di vigilanza: mentre si attende l’incontro con il Signore non si sta con le mani in mano ma, con le lampade accese, si fa di ogni momento un dono di sé agli altri.
E’ uno sguardo di speranza perché sappiamo che la vita ha un senso, anche quando è faticosa e dura, perché già da ora possiamo viverla in compagnia di quel Signore che un giorno ci radunerà da ogni angolo della terra.
Questo ci ricorda il tempo di Avvento, iniziato oggi.
L’Avvento è un’occasione propizia  per metterci un po’ in discussione, per regolare la nostra vita su ciò che è più importante ridimensionando ciò che è secondario se non addirittura superfluo.
E’ il tempo del ritorno a Dio abbandonando le schiavitù che ci avvelenano la vita, quegli idoli che non valgono niente ma ai quali ci inchiniamo, e abbracciare invece quel Dio che desidera solo la nostra libertà. Ciascuno di noi esamini la propria coscienza per capire quali passi sono per lui necessari per tornare a Dio. Trovando poi il coraggio di compierli.
A tutti ricordo l’importanza della preghiera, personale ma anche la preghiera in famiglia.
Chi prega sta dicendo che per lui il Signore è davvero al primo posto.
Inoltre ricordo l’appuntamento settimanale con il Signore e con i fratelli, la partecipazione alla messa della domenica.
Partecipare sempre, senza trovare facili scuse, e senza lasciarsi vincere dalla pigrizia.
Così esprimiamo ancora una volta che per noi il Signore è importante ma che anche i fratelli e le sorelle sono per me importanti  e desideriamo incontrarli, sentendoci parte della Chiesa.  

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

 Per poterci donare a Dio con amore
dobbiamo riconoscerlo
come Colui che ama. 
( S. Teresa Benedetta della Croce)

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes 
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano

I commenti sono chiusi.