Dal Camerun ci scrive Fratel Fabio Mussi: Io Missionario nella terra di Boko Haram. Parte 3°

      

 

                                                                                               
In alcune occasioni, però, la nostra presenza può essere imbarazzante per le autorità locali, in quanto riceviamo informazioni direttamente dalle popolazioni del posto e possiamo essere testimoni di disfunzioni amministrative o di altro.

Per il momento, comunque, continuiamo a mantenere buoni rapporti con tutti, e credo che la nostra presenza sia anche utile per mantenere un certo equilibrio sociale.
Come accennato sopra, le nostre azioni si concentrano attualmente nel sostegno alimentare e sanitario per i più deboli e vulnerabili, come bambini, donne, anziani e ammalati. Il nostro personale della Caritas acquista e distribuisce settimanalmente razioni alimentari a Makari, Blangoua e Fotokol.
Stiamo anche intervenendo per fornire acqua potabile nei villaggi dove è aumentata la concentrazione di persone a causa dell’arrivo di sfollati.
Stiamo riparando sei pozzi che hanno pompe manuali guaste.
Contemporaneamente, sono in fase di realizzazione altri tre nuovi pozzi, perforati in diverse località della regione: Wilki, Makari e Bodo. Tuttavia, a volte dobbiamo cambiare programma a causa delle azioni belliche che si sviluppano sul territorio.
È il caso, specialmente, di Fotokol, dove abbiamo dovuto sospendere i nostri interventi per la fornitura di acqua potabile a causa della proibizione da parte della autorità militari.
Il motivo principale è il pericolo di continui bombardamenti nella zona.
Ecco in breve una sintesi della situazione e delle attività in fase di realizzazione. I bisogni sono sempre enormi e dobbiamo tener presente la situazione che evolve militarmente sul terreno, oltre a dover fare i conti con le nostre forze.
Prima di Natale abbiamo in previsione un’altra visita di lavoro per valutare e programmare le attività dei prossimi mesi.
Vi farò sapere il seguito.  
Nel frattempo, auguro a tutti voi un sereno e felice Santo Natale.  

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

La notte di Natale e la notte della croce
sono un’unica notte.
Verrà il tempo della sofferenza e della morte,
per ogni uomo.
Quando sarà, la fiducia in Dio rimarrà incrollabile?
Saremo disposti ad accogliere qualsiasi cosa dalla Sua mano?
Saremo ancora capaci di dire «Sia fatta la tua volontà!
( S. Teresa Benedetta della Croce)

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes 
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano

I commenti sono chiusi.