La VOCE del PREVOSTO – Visitare gli infermi: l’Angelo d’Oro alle Suore Infermiere di San Carlo

Don Tiziano Vimercati – Prevosto della Comunità

suor_enrica_pozzi_2015

Suor Enrica Pozzi – Superiora a Lissone

“Visitare gli infermi”. E’ una delle sette opere di misericordia corporale (dar da mangiare agli affamati; dar da bere agli assetati; vestire gli ignudi; alloggiare i pellegrini; visitare gli infermi; visitare i carcerati; seppellire i morti).

Ma chi ancora se le ricorda? Ricordarle o meno non è comunque importante.
Ciò che conta è viverle e metterle in pratica.
Perché comunque sono attenzioni e atteggiamenti di vita che troviamo chiaramente nelle parole di Gesù.
Il cristiano che accetta il vangelo e che cerca di incarnare la logica dell’amore e dell’attenzione verso il fratello, soprattutto verso chi ha più bisogno di aiuto, mette già in pratica le opere di misericordia.
Forse Padre Giovanni Masciardi, sacerdote della diocesi di Milano, aveva in mente queste opere di misericordia quando, nel 1932, fondò l’Istituto delle Suore Infermiere di S. Carlo.
Conosceva a fondo la diocesi e si rese conto di quante persone sole, anziane e ammalate, avevano bisogno di qualcuno che si occupasse di loro.
Raccolse attorno a sé alcune ragazze di buona volontà, e dopo averle preparate professionalmente, le mandò nelle case degli ammalati per assisterli in ogni loro difficoltà e dare un po’ di sollievo anche ai famigliari.
La caratteristica di queste suore è proprio quella di assistere gli ammalati nelle loro case, o nell’ambulatorio nel paese.
Ben presto arrivano anche a Lissone, precisamente nel 1948, e da allora non se ne sono più andate.
Le abbiamo viste e apprezzate nella loro disponibilità, nella capacità di accogliere la persona nel momento della malattia.
Sempre in giro per le vie della città per entrare nelle case dove c’è un ammalato. Oggi sono rimaste solo in tre, e anche l’età si fa sentire.
Eppure continuano il loro servizio nell’ambulatorio di via Solferino, e non è difficile incrociare suor Maria Adelaide che, sempre sorridente, sfreccia per le vie della città con la sua speciale bicicletta. Sono passate tante suore per la casa di Lissone. Impossibile ricordarle tutte.
Chi ha ricevuto del bene certamente non se le dimentica. Ricordiamo almeno le suore che si trovano oggi a Lissone.
Oltre a suor Maria Adelaide c’è suor Enrica Pozzi, la superiora, e suor Anna.
Le vediamo anche tutte le domeniche alla messa delle otto in prepositurale, dove abbiamo l’occasione di ascoltare, nel canto, la loro serafica voce.
Ricordiamo anche due suore che hanno lasciato Lissone per andare in missione in Centrafica: suor Rita e suor Morena.
Si trovano presso la missione dei Padri Betharramiti (con Padre Tiziano, altro lissonese) dove svolgono la stessa missione di aiuto e assistenza agli ammalati. Non le ringrazieremo mai abbastanza. Ci offrono l’esempio di una vita intera donata per amore a Gesù e ai fratelli. Il coraggio di aver detto un sì che è per sempre.
La testimonianza di una vita realizzata e piena di gioia.
Oggi pomeriggio, presso Palazzo Terragni, riceveranno la Benemerenza Civica dell’Angelo d’Oro: l’Amministrazione Comunale ha voluto riconoscere il grande lavoro svolto dalle suore in favore dei lissonesi, ormai da quasi settant’anni.
Suor Enrica Pozzi mi ha detto: ” Perché ci danno questo riconoscimento? Non abbiamo fatto altro che il nostro dovere.”
Può essere: ma l’avete fatto con amore e con fedeltà.
E state tranquille, questo riconoscimento non vi toglierà il premio che vi darà il Signore, non vi priverà di quelle splendide parole che vi un giorno vi rivolgerà: Venite benedette del Padre mio, ricevete il premio preparato per voi… perché io ero malato e voi mi avete visitato.     

 

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

Non mi é mai piaciuto che
la Misericordia di DIO
si fermi ai confini della Chiesa visibile.
DIO é Verità.
Chi cerca la Verità cerca DIO,
lo sappia o no.
S. Teresa Benedetta della Croce

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes 
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE

I commenti sono chiusi.