La VOCE del PREVOSTO – Qualche cambiamento in Comunità

Don Tiziano Vimercati – Prevosto della Comunità

Martedì sera, ai membri del Consiglio pastorale e delle Consulte di tutte le parrocchie, è stata letta una comunicazione del Vicario Episcopale, Mons. Patrizio Garascia. 
Dal primo settembre ci saranno dei cambiamenti tra i preti della Comunità.      
E’ sempre un momento delicato il cambio di destinazione: per il prete ma anche per la comunità.

Si creano legami, amicizie, si condivide la vita della gente, si è vicini nei momenti della festa e del dolore.
Si impara a conoscersi, ci si accetta sempre di più, si superano le fatiche e le incomprensioni.
E’ inevitabile quindi che il cambiamento lo si viva con fatica, da parte di tutti.
Eppure fa parte della vita di qualsiasi prete.
Tra l’altro, oggi i cambiamenti sono molto più frequenti che nel passato.
Non succede più che un prete rimanga sempre nella stessa parrocchia per tutta la vita, o al massimo cambiando una sola volta. I motivi per cui a un certo punto arriva una nuova destinazione sono generalmente due: le necessità e il bene dell’intera diocesi, ma anche le necessità e il bene del prete stesso (quest’ultime difficili da valutare e conosciute solo dall’interessato e dai superiori).
Il nostro Vescovo, che ha il compito di provvedere al bene di tutte le comunità della diocesi, ha chiesto a Don Antonio Bonacina di assumere una più grande responsabilità: parroco della comunità Pastorale di Casatenovo (Lc).   
Per noi è un sacrificio rinunciare a Lui, ne abbiamo conosciute le doti.

Don_Giovanni_Piazza_1_2015

                                                                                                                                                                                                                        Don Giovanni Piazza

Ci invia però Don Giovanni Piazza, di 48 anni, attualmente Vicario Parrocchiale a Magenta.
Pur inserito nella Comunità Pastorale, seguirà in particolare la parrocchia Cuore Immacolato di Maria (CIM), dove risiederà.
Da tempo si cercava un prete che risiedesse in parrocchia; ora finalmente, dopo tanti anni, anche il CIM ha di nuovo la presenza di un prete residente.
Di cuore auguriamo a Don Giovanni un fecondo apostolato tra noi.
Padre Antonio lascia la parrocchia CIM.
La sua posizione sarà definita a breve, in accordo con i suoi superiori  betharramiti.  
Per ora lo ringraziamo per i quattro anni di permanenza come referente al CIM, in cui si è speso generosamente a servizio della parrocchia.
C’è poi un cambiamento all’interno della Comunità: Don Andrea Molteni lascia la Pastorale Giovanile e seguirà in particolare la Parrocchia Madonna di Lourdes, di cui sarà referente, e abiterà in parrocchia. Insieme a Don Giovanni Piazza continuerà a preparare i nuovi cammini di iniziazione cristiana.
Don Matteo Cascio andrà ad abitare anche lui alla Madonna di Lourdes e si occuperà della Pastorale Giovanile.                                                            
Credo che sia il momento in cui riscoprire la nostra comunione con il Vescovo e il senso della nostra appartenenza alla chiesa sia quella locale ma anche la chiesa diocesana.
I cambiamenti possono anche essere faticosi, l’abbiamo già detto, ma vanno vissuti come momenti di grazia, in cui possiamo crescere e maturare nella fede.

   

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

Il morire con Cristo sulla Croce
per Risorgere con LUI
si traduce in una realtà –
per ogni fedele e specialmente per ogni sacerdote –
nel sacrificio della Messa.
In chi lo celebra o vi partecipa con fede viva
si verifica esattamente quello che è accaduto sul Golgota.

S. Teresa Benedetta della Croce

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes 
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE

 

                                                                              

I commenti sono chiusi.