Serate di preghiera: Insieme per l’unità

 

 Perché siamo una cosa sola”.
Questa è stata la preghiera che Cristo ha rivolto al  Padre per i suoi discepoli prima di andare a morire in croce.
Da  questo  desiderio  di  comunione  e  di  unità  del  Signore scaturisce per la Chiesa  l’impegno e l’orientamento ineludibile alla comunione piena e vera di tutti i battezzati: è questo in sintesi il senso del cammino ecumenico a cui tutti i cristiani sono chiamati.

Come ha avuto modo di dire in un suo autorevole intervento PAPA BENEDETTO XVI “la nostra ricerca di unità nella verità e nell’amore non deve mai perdere di vista la percezione che l’unità dei cristiani è opera e dono dello Spirito Santo e va ben oltre i nostri sforzi.  Pertanto, l’ecumenismo spirituale, specialmente la preghiera, è il cuore dell’impegno ecumenico”. (cfr Decr. Unitatis  redintegratio, 8).
Tuttavia, l’ecumenismo non darà frutti duraturi se non sarà accompagnato da gesti concreti di  conversione che muovano le coscienze e favoriscano la guarigione dei ricordi e dei rapporti. Come afferma il Decreto  sull’ecumenismo del Concilio Vaticano II, «non esiste un vero ecumenismo senza interiore conversione» (n. 7).
Un’autentica conversione …  ci  porterà  più  vicino a  Dio,  al centro  della  nostra  vita,  in  modo da  avvicinarci maggiormente  anche  gli  uni  agli  altri. 
E’ questo  un  elemento  fondamentale  del  nostro  impegno ecumenico.
Il  rinnovamento della vita interiore del nostro cuore e della nostra mente, che si riflette nella vita quotidiana, è cruciale in ogni dialogo e cammino di riconciliazione, facendo dell’ecumenismo un impegno reciproco di comprensione, rispetto e amore, «affinché il mondo creda» (Gv 17,21).
PAPA FRANCESCO ci ha richiamato al fatto che “L’unità è superiore ai conflitti. L’unità è una grazia che dobbiamo chiedere al Signore perché ci liberi dalle tentazioni della divisione, delle lotte tra  noi, degli egoismi, delle chiacchiere”.
Quanto  male  fanno le chiacchiere, quanto male! Mai chiacchierare degli altri, mai! Quanto danno arrecano alla Chiesa le divisioni tra i cristiani, l’essere di parte, gli interessi meschini! Le divisioni tra noi, ma anche le divisioni fra le  comunità: cristiani evangelici, cristiani ortodossi, cristiani cattolici, ma perché divisi? Dobbiamo cercare di portare  l’unità. Vi racconto una cosa: oggi, prima di uscire da casa, sono stato quaranta minuti, più o meno, mezz’ora, con un Pastore evangelico e abbiamo pregato insieme, e cercato l’unità.
Ma dobbiamo pregare fra noi cattolici e anche con gli altri cristiani, pregare perché il Signore ci doni l’unità, l’unità fra noi.
Ma come avremo l’unità fra i cristiani se non siamo capaci di averla tra noi cattolici?
Di averla nella famiglia?
Quante famiglie lottano e si dividono! Cercate l’unità, l’unità che fa la Chiesa. L’unità viene da Gesù Cristo. Lui ci invia lo Spirito Santo per fare l’unità.”
E’ per  questo  motivo  che  accogliendo  i  suggerimenti  dello  Spirito  Santo  che  suscita  nella  Chiesa fermenti di unità e  di conversione da quest’anno nella nostra Zona Pastorale V di Monza e Brianza prenderà forma un momento mensile di Preghiera Ecumenica presso la Chiesa  delle Sacramentine di Monza.
Questo momento di preghiera costituisce per ciascuno il primo autentico passo di conversione per un  cammino  verso  l’unità. 
Uscire di  casa,  uscire dalla propria  pigrizia  e dall’indifferenza  per ricercare insieme momenti di preghiera, di conoscenza, di incontro nel nome del Signore Gesù significa concretamente  mettersi  in  cammino  verso  l’unità:  ecco  l’ecumenismo  spirituale  al  quale  siamo continuamente richiamati dalla Chiesa.

 Questi incontri di Preghiera Ecumenica che avranno cadenza mensile avranno luogo alle ore 21:00 presso la chiesa delle Sacramentine in via Italia 38 a Monza nelle seguenti date:

martedì 29 settembre 2015
martedì 27 ottobre 2015
martedì 24 novembre 2015
martedì 26 gennaio 2016      
martedì 23 febbraio 2016
martedì 29 marzo 2016
martedì 26 aprile 2016 
martedì 31 maggio 2016     
martedì 28 giugno 2016

 

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

Le nostre attività personali
sono soltanto dei mezzi ordinati a un fine,
mentre l’amore del prossimo è il fine stesso,
perché DIO è Amore.
S. Teresa Benedetta della Croce

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes 
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE

 

I commenti sono chiusi.