Sabato 12 dalle ore 20,30 ” PORTE APERTE “

 

L’anno Santo della Misericordia si aprirà nella nostra Comunità Pastorale S. Teresa Benedetta della Croce con l’apertura serale delle porte in tutte le nostre Chiese Parrocchiali  della città  sabato 12-12-2015 dalle ore 20,30 alle 23,00.
La serata di preghiera si svolgerà con queste modalità:
Ore 20,30: Apertura Porte delle Chiese Parrocchiali.
Segue la lettura del Vangelo di Luca. La lettura verrà accompagnata da un sottofondo con brani musicali.
Seguiranno momenti di preghiera personale accompagnati da proiezioni di diapositive.
Ore 23: Conclusione.
PAPA FRANCESCO ci dice:
Davanti a noi sta la porta, ma non solo la porta santa, l’altra: la grande porta della Misericordia di Dio – e quella è una porta bella! -, che accoglie il nostro pentimento offrendo la grazia del suo perdono.

La porta è generosamente aperta, ci vuole un po’ di coraggio da parte nostra per varcare la soglia.
Ognuno di noi ha dentro di sé cose che pesano.
Tutti siamo peccatori!
Approfittiamo di questo momento che viene e varchiamo la soglia di questa misericordia di Dio che mai si stanca di perdonare, mai si stanca di aspettarci!
Ci guarda, è sempre accanto a noi.
Coraggio!
Entriamo per questa porta!
… Gesù è la porta che ci fa entrare e uscire.
Perché l’ovile di Dio è un riparo, non è una prigione! La casa di Dio è un riparo, non è una prigione, e la porta si chiama Gesù! E se la porta è chiusa, diciamo: “Signore, apri la porta!”. Gesù è la porta e ci fa entrare e uscire. Sono i ladri, quelli che cercano di evitare la porta: è curioso, i ladri cercano sempre di entrare da un’altra parte, dalla finestra, dal tetto ma evitano la porta, perché hanno intenzioni cattive, e si intrufolano nell’ovile per ingannare le pecore e approfittare di loro. Noi dobbiamo passare per la porta e ascoltare la voce di Gesù: se sentiamo il suo tono di voce, siamo sicuri, siamo salvi. Possiamo entrare senza timore e uscire senza pericolo. In questo bellissimo discorso di Gesù, si parla anche del guardiano, che ha il compito di aprire al buon Pastore (cfr Gv 10,2).
Se il guardiano ascolta la voce del Pastore, allora apre, e fa entrare tutte le pecore che il Pastore porta, tutte, comprese quelle sperdute nei boschi, che il buon Pastore si è andato a riprendere. Le pecore non le sceglie il guardiano, non le sceglie il segretario parrocchiale o la segretaria della parrocchia; le pecore sono tutte invitate, sono scelte dal buon Pastore. Il guardiano – anche lui – obbedisce alla voce del Pastore. Ecco, potremmo ben dire che noi dobbiamo essere come quel guardiano. La Chiesa è la portinaia della casa del Signore, non è la padrona della casa del Signore.

La Santa Famiglia di Nazareth sa bene che cosa significa una porta aperta o chiusa, per chi aspetta un figlio, per chi non ha riparo, per chi deve scampare al pericolo. Le famiglie cristiane facciano della loro soglia di casa un piccolo grande segno della Porta della misericordia e dell’accoglienza di Dio.
E’ proprio così che la Chiesa dovrà essere riconosciuta, in ogni angolo della terra: come la custode di un Dio che bussa, come l’accoglienza di un Dio che non ti chiude la porta in faccia, con la scusa che non sei di casa.
Con questo spirito ci avviciniamo al Giubileo: ci sarà la porta santa, ma c’è la porta della grande misericordia di Dio!
Ci sia anche la porta del nostro cuore per ricevere tutti il perdono di Dio e dare a nostra volta il nostro perdono, accogliendo tutti quelli che bussano alla nostra porta.

Riteniamo, nel rispetto di ogni singola libertà personale, sia importante prendere coscienza di ciò che andremo a vivere in questo Anno Santo.
Ognuno ha la possibilità di scegliere l’orario che più gli conviene a secondo dei suoi impegni.
Sarebbe bellissimo che tutti, secondo le proprie disponibilità, partecipassimo a questo “momento di preghiera”.
Pregare in Comunità con i propri fratelli di fede è un camminare “ Insieme” in questo discernimento…

 

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

Le nostre attività personali
sono soltanto dei mezzi ordinati a un fine,
mentre l’amore del prossimo è il fine stesso,
perché DIO è Amore.
S. Teresa Benedetta della Croce

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes 
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE

I commenti sono chiusi.