18 – 25 Gennaio 2021: Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani.

Dobbiamo perseguire una reale fratellanza, basata sulla comune origine da Dio ed esercitata nel dialogo e nella fiducia reciproca. PAPA FRANCESCO

Carissime lettrici e cari lettori,
si tiene dal 18 al 25 gennaio la consueta Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (SPUC). Evento ecumenico internazionale promosso congiuntamente dal Consiglio ecumenico delle chiese (CEC) e dal Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani (PCPUC), la Settimana si celebra in tutto il mondo.

Per “ la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani 2021 “ il sussidio sui versetti del Vangelo di Giovanni 15, 5-9 sintetizzati con il titolo “Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto” è stato redatto dalla Comunità Monastica femminile di Granchamp, nata in Svizzera negli anni Trenta del secolo scorso da un gruppo di donne di tradizione riformata e che oggi conta una cinquantina di membri, tutte diverse per età, provenienza e tradizione ecclesiale.
Le caratteristiche costitutive di questa Comunità – preghiera, vita comunitaria e ospitalità – sono la base delle riflessioni che proposte per la Settimana di preghiera di quest’anno.
Consapevoli del fatto che “avvicinarci agli altri, vivere insieme in comunità con altre persone, a volte molto diverse da noi, costituisce una sfida”, le suore di Grandchamp mettono in pratica l’insegnamento di Frère Roger, fondatore della Comunità di Taizé: “Non vi è amicizia senza sofferenza purificatrice, non vi è amore per il prossimo senza la croce”.

Di qui, il richiamo al fatto che “le divisioni tra i cristiani, il loro allontanamento gli uni dagli altri è uno scandalo perché significa anche allontanarsi ancor di più da Dio”. Certamente, gli sforzi per la riconciliazione costano e richiedono sacrifici”, ma si è sempre sostenuti dalla preghiera di Cristo che desidera che noi siamo una cosa sola, come lui è con il Padre, perché il mondo creda”.
Infine, si ricorda che, come cristiani, “viviamo anche in una creazione che geme mentre attende di essere liberata”: rimanendo in Cristo, dunque, si può ricevere “la forza e la sapienza per agire contro le strutture di ingiustizia e di oppressione, per riconoscerci pienamente come fratelli e sorelle nell’umanità, ed essere artefici di un nuovo modo di vivere nel rispetto e nella comunione con tutto il Creato”.
Prega e lavora affinché Dio possa regnare”
è la regola di vita che le suore di Grandchamp recitano insieme ogni giorno: ciò dimostra che la preghiera e la vita quotidiana non sono due realtà disgiunte, ma sono fatte per stare insieme”.

La preghiera, infatti, che ritma la vita monastica è mezzo e segno dell’unità, illumina la vita comunitaria e apre all’ospitalità.

In un tempo di grande sofferenza per tutti, con il tema “Rimanete nel mio nome: produrrete molto frutto” (Gv 15,5-9) Gesù ci rassicura e ci chiede di non temere davanti alle difficoltà. 

Il Signore Gesù aveva rivolto queste sue parole ai discepoli in un’ora di preoccupazione, incertezza per il futuro e sofferenza, subito prima della sua Passione. Siamo all’interno di alcune parole di Gesù che Giovanni raccoglie tra il racconto della cena con i suoi (Gv13) e l’ora della Passione nel capitolo 18.
Egli è preoccupato per i suoi discepoli, per ciò che avverrà dopo la sua Passione. Sono parole che volgono quindi lo sguardo e il cuore al futuro loro e nostro.
Oggi stiamo attraversando ancora una stagione di grande sofferenza, colpita nel profondo dall’epidemia  di  Covid-19 e dalle sue devastanti conseguenze sociali, economiche e morali.
Non c’è stata nazione che non abbia avuto i suoi dolori ed anche coloro che sono stati risparmiati devono fare i conti con la crisi che ne è scaturita.
Come reagire davanti a tutto questo?
C’è ancora un futuro insieme? Potremo portare frutto?

Fedeli Zona V° in visita alla Comunità Monastica di Granchamp

C’è chi ha scelto di ignorare le richieste di soccorso dei malati (pensiamo ai tanti anziani morti negli istituti!), chi ha deciso di chiudere ulteriormente i propri confini ed il proprio cuore, chi si è lasciato andare all’inerzia, chi ha espresso la propria frustrazione e rabbia incolpando gli altri.

La risposta di Gesù nell’ora della prova è totalmente differente.
Egli pronuncia un discorso carico di autorevolezza e allo stesso tempo di misericordia, indicando una strada inedita, che, allo stesso tempo, ha le sue radici più profonde nella Parola di Dio.

“Io sono la vite, voi i tralci” è la prima affermazione, che probabilmente sorprese i discepoli riuniti intorno alla tavola con lui. L’ascolto della Parola di Dio apre alla comunione d’intenti tra le Confessioni cristiane, getta luce sulle relazioni umane, facendo desiderare “di conservare il suo comandamento di amarci gli uni gli altri come lui ci ha amati” (Gv 5,12).


Durante gli Otto giorni della Settimana per l’unità del 2021, ci saranno diverse iniziative a livello di Zona V°, sia in presenza che online.

Vi aspettiamo, naturalmente, stando attenti alle norme da rispettare in questo tempo particolare, non volevamo però mancare a questo appuntamento che testimonia la preziosità dei vari riti e la certezza che la preghiera di Gesù per l’unità dei suoi è sempre efficace e deve essere continuata costantemente con fiducia.

Ecco gli INCONTRI nella Zona V°di Monza.

Lunedì 18 gennaio ore 20,30 – Mariano Comense: Chiesa di S. Stefano – Via Santo Stefano, 46
Incontro di preghiera con la Chiesa ortodossa romena e la Chiesa Valdese.

Presenziano: mons. Luciano Angaroni (Vicario episcopale Zona V), pastora Anne Zell (Chiesa valdese di Como), padre Cristian Prilipceanu (Chiesa ortodossa romena di Como) e Don Luigi Redaelli (decano del Decanato di Cantù).
La preghiera sarà trasmessa in diretta: https://www.youtube.com/channel/UCQAUn4BCyNLxuTHvafor9JA


Mercoledì 20 gennaio ore 20,30 – Desio Presso i Missionari Saveriani – via don Milani, 2 Mercoledì 20 gennaio ore 20,30 – Desio

Incontro di preghiera con la Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale. Presenziano: padre Emmanuel Adili Mwassa (Saveriani), Fabio Varè (Chiesa Gospel di Desio).

L’incontro non prevede partecipazione in presenza.

Giovedì 21 gennaio ore 20,30 – Monza Chiesa della Sacra Famiglia – p.zza santa Caterina da Siena
Incontro di preghiera con la Chiesa ortodossa romena.

Presenziano: Padre Pompiliu Nacu (Chiesa ortodossa romena di Monza) e mons. Silvano Provasi (decano del Decanato di Monza).

Prenotazione dei posti obbligatoria a questo indirizzo: https://forms.gle/w3QVMY2AB54NGiYQ8

La preghiera sarà trasmessa in diretta: https://www.youtube.com/watch?v=6HREkcMfSFU

Venerdì 22 gennaio ore 20,30- Arcore Chiesa di sant’Eustorgio – via Umberto I, 1
Incontro di preghiera con la Chiesa ortodossa romena.
Presenziano mons. Luciano Angaroni
(Vicario episcopale Zona V), padre Gabriel Popescu (Chiesa ortodossa romena di Arcore) e mons. Mirko Bellora (decano del Decanato di Vimercate).

La preghiera sarà trasmessa in diretta: https://www.youtube.com/channel/UCd_y8EsG7sOk6stZwBqdTJA

Preghiera

DIO nostro Padre,
Tu ci riveli il tuo amore mediante il Cristo
e mediante i nostri fratelli e le nostre sorelle.
Apri i nostri cuori perché possiamo accoglierci
gli uni gli altri con le nostre differenze
e vivere nel perdono.
Donaci di vivere uniti in un solo corpo,
affinché venga alla luce il dono che ciascuno di noi é.
Fa che tutti noi possiamo essere
un riflesso di Cristo vivente.
Amen.

Clicca qui se desideri leggere il ” Sussidio per la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani 2021″.

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m
S. Teresa Benedetta della Croce

Un chicco di grano insieme ad altri chicchi
diventa farina e pane buono
e poi, per mistero d’amore,
il Tuo corpo a noi donato.
Sei venuto tra noi, Gesù,
per non andartene mai più.
Anche noi, come umili chicchi di grano,
insieme, diventiamo comunità e poi,

per lo stesso mistero d’amore, tuo “corpo”: presenza della tua bontà nel mondo.
La fame d’amore di molti

attende di essere saziata…
lo faremo in memoria di Te, Signore Gesù?
Vivendo da figli, da fratelli e sorelle
di ogni uomo e donna del mondo
diremo che Tu sei ancora tra noi!


COMUNITA´ PASTORALE
S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano

I commenti sono chiusi.