Lunedì 17 aprile 2023, ore 20.30 in ogni Chiesa Parrocchiale: Celebrazione in Memoria dei nostri Defunti.

Celebrata la Pasqua del Signore, la Comunità fa memoria di coloro che non sono più, i defunti, in particolare quelli dell’ultimo anno. 
Per il mistero della Comunione dei Santi, alla luce della Resurrezione del Signore, ci uniamo a loro nel rendere lode e gloria a Colui che ci ha salvati, per sempre, donandoci la speranza della comunione in Dio.

Il giorno della Memoria dei nostri defunti non attraversa in modo indolore la nostra vita; ci pone davanti al vuoto per l’assenza delle persone amate: i genitori, i coniugi, i figli, i fratelli, gli amici. La memoria dei nostri cari è velata dalle lacrime: il pianto fa parte della vita.
Come ben sappiamo anche Gesù ha pianto di fronte alla tomba dell’amico Lazzaro: “Quando vide Marta piangere e piangere anche i Giudei che erano venuti con lei, si commosse profondamente e […] scoppiò in pianto” ( cfr Gv 11,33-35).
Scriveva dalla prigione Dietrich Bonhoeffer:Non c’è nulla che possa sostituire l’assenza di una persona cara; non c’è alcun tentativo da fare, bisogna semplicemente tener duro e sopportare; ciò può sembrare a prima vista molto difficile, ma è al tempo stesso una grande consolazione, perché, finché il vuoto resta aperto, si rimane legati l’uno all’altro per suo mezzo. È falso dire che Dio riempie il vuoto; egli non lo riempie affatto, ma lo tiene espressamente aperto, aiutandoci in tal modo a conservare la nostra antica reciproca comunione, sia pure nel dolore”.
E il dolore patito ci pone di fronte alla realtà della morte, di ogni morte, anche della nostra. La si vorrebbe allontanare, mentre invece si fa compagna di vita.
Il mistero della morte: che cosa sa il cristiano della morte? La domanda ci lascia pensosi e turbati.

Certo, il cristiano sa quello che tutti sanno: “La morte è un passaggio doloroso e annientante. […] È la massima violenza che possa esserci fatta; una sconfitta, uno scacco senza rimedio, una contraddizione profonda di quanto siamo chiamati ad essere e a vivere. Qualcosa che viene da fuori, e non propriamente dal volere di Dio. Dio è il Signore della vita: la morte non è cosa sua, non gli appartiene, non ha origine in lui”.
Ricordando i defunti in Cristo ogni credente ravviva la speranza di una vita senza fine; Gesù infatti ha promesso a quanti rimangono nel suo amore che la morte non è l’ultima parola sulle loro esistenze, ma è il passaggio a una vita in pienezza, perché l’amore è più forte della morte e la carità non avrà mai fine.

E a sera in ogni parrocchia alle ore 20.30 sarà celebrata la solenne ufficiatura per confidare nella misericordia del Signore al quale affidiamo coloro che ci hanno lasciato.
Abbiamo  invitato le famiglie che hanno avuto un lutto in casa durante questo ultimo anno: li accogliamo per condividere la memoria dei loro cari e per pregare con loro la misericordia infinita del Signore.

APPUNTAMENTO:
Lunedì 17 Aprile 2023 – Chiese PARROCHIALI della Comunità – ore 20.30: Santa Messa in suffragio dei defunti.

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes 
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano

SS. Giuseppe e Antonio Maria Zaccaria
LISSONE

I commenti sono chiusi.