14 Maggio 2023: Memoria di  S. MICHELE GARICOITS. Festa dei Padri del S. Cuore di Betharram.

Eccomi, senza ritardo, senza condizioni, senza rimpianto, per amore della volontà del mio Dio”.

Care lettrici e carissimi lettori,
domenica  14 maggio 2023 si celebra la memoria liturgica di San Michele Garicoïts, fondatore della congregazione del Sacro Cuore di Gesù di Betharram, nell’anniversario della sua morte avvenuta 160 anni fa, giovedì 14 maggio 1863.

San Paolo nella lettera ai Colossesi afferma che: “Rivestitevi dunque, come amati di Dio, santi e diletti, di sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza;  sopportandovi a vicenda e perdonandovi scambievolmente, se qualcuno abbia di che lamentarsi nei riguardi degli altri. Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi”. ( cfr Col.3, 12-14).   

Come la bontà, l’umiltà, la mansuetudine, la pazienza si addicevano a San Michele? 
Don Giovanni Barra nel libro su di lui scriveva che: “Un autentico basco, forte, instancabile, un vero lottatore, un “atleta di Dio …spalle quadrate, muscoli frementi, mento pronunciato, due occhi vivaci, penetranti, profondi”. 
Anche p. Pierre Duvignau lo descriveva così: “Fino al termine della sua vita porterà nel suo fisico i tratti del montanaro: viso dal taglio austero, largo di spalle, pugno terribile, con un colpo solo sfondò un tavolo, sangue generoso e pronto a bollire; il suo istinto battagliero lo portava ad abusare delle sue forze”.

P. Pietro Estrate, in una lettera del 6 luglio 1886, a P. Augusto Etchècopar, delineò  diversamente la figura di san Michele: “Come posso dipingere la sua angelica figura? Vedo ancora quello sguardo dolce e amabile; quella testa un po’ inclinata come per darti il bacio di pace; quel portamento maestoso, ma in certi momenti vivace; quel sorriso che sempre era pronto ad accoglierti; quella pazienza nell’ascoltarti; quel tono soprannaturale che sempre sbocciava dalle sue labbra; quella sollecitudine per la santità altrui; quel bisogno di far piacere.
Odo il suo riso schietto fatto di semplicità e di sincerità; l’accento grave e commosso delle sue preghiere; le sue conferenze sempre istruttive e interessanti; il suo forte grido contro il male, il disordine, l’ostinazione … Vedo la sua figura immobile in adorazione davanti al tabernacolo; la sua ineffabile pietà nella celebrazione dei santi Misteri; la sua profonda umiltà che lo spingeva a ripensare con gioia alle sue umili origini e alla sua condizione di domestico; la sua mortificazione nella scelta del cibo … Che cosa posso dire di più? Il ricordo del nostro buon Padre è per me come un profumo composto dalle  essenze più squisite e tutte ricolme di fede, di carità, di umiltà, di zelo, di obbedienza, di sacrificio, di amabilità, di forza, di silenzio, insomma di tutte le virtù che formano i santi”.

Già, perché così era diventato San Michele, che un giorno aveva detto di se stesso:  “Senza il buon Dio e mia madre sarei diventato un poco di buono”. 
Un giorno rispose ad un confratello che si lamentava di certe difficoltà nella vita di comunità: “Credi forse che io non abbia sangue nelle vene? E mi lasciassi andare al mio temperamento basco, povero me!”. 

Con l’aiuto di Dio, dei suoi genitori e dei suoi insegnanti vincerà il suo carattere focoso e ribelle e diventerà dolce ed affabile. 

La sua vicenda terrena vide il riconoscimento pieno delle sue virtù e venne canonizzato da PAPA PIO XII° il 6 luglio del 1947.

Onorando San Michele Garicoits lo facciamo ringraziando il Signore per averlo dato alla Chiesa e alla sua famiglia religiosa,  che si impegna, da sempre, a imitarlo sulla via della santità che lui ha percorso generosamente.
Auguriamo una buona festa Betharramita a tutti i fedeli e non della nostra Comunità Pastorale S. Teresa Benedetta della Croce ed particolar modo a quelli della Parrocchia Sacro Cuore di Gesù.

APPUNTAMENTO
PARROCCHIA SACRO CUORE

Sabato 13 maggio – ore 19.00: S. Messa  Solenne concelebrata e presieduta dal Vicario Padre Piero Trameri.
Questa celebrazione é per tutte le Comunità del Sacro Cuore di Betharram del Nord Italia.
Dopo la celebrazione, la festa continuerà nella sala parrocchiale, con un rinfresco offerto a tutti i partecipanti.

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m

Io sono dell’opinione 
che la mia vita 
appartenga alla comunità,
e fintanto che vivo
è un mio privilegio 
fare per essa tutto quello
che mi è possibile.

COMUNITA´ PASTORALE S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes 
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano

SS. Giuseppe e Antonio Maria Zaccaria
LISSONE

I commenti sono chiusi.