Giovedì 28 marzo – 2° Incontro – M. Laganà su: Europa, educare alle scelte per il bene comune. Quale futuro per l’Europa?

L’Europa, chiamata alle elezioni il 26 maggio 2019, deve affrontare una crisi profonda, dalle molte sfaccettature, che arriva alle sue fondamenta, ai suoi valori e ne colpisce la struttura. Una crisi acuta al punto che uno Stato membro ha deciso, nel mese in cui si commemorava il sessantesimo anniversario del Trattato di Roma, di iniziare i negoziati per lasciare la nostra Unione, costruita al prezzo di tanti sforzi e concessioni a beneficio dell’insieme della nostra Unione. Noi dobbiamo far fronte ad una sua rimessa in causa della quale non misuriamo ancora tutti gli effetti e che non si farà probabilmente senza danno per l’insieme della UE.

Il quadro d’insieme che ricaviamo è talvolta cupo ma occorre tener sempre salda la consapevolezza che, in un mondo multipolare, in mutazione profonda e messo di fronte a immense sfide che nessuno può affrontare da solo, l’Europa è la sola via che consente di progettare un avvenire migliore per gli Europei. Il che non ci deve impedire di ripensare il contenuto del progetto europeo e i metodi di lavoro.

L’Europa non si farà senza gli Europei, né contro di loro. Per assicurare la sopravvivenza e la riorganizzazione del progetto europeo, occorre riunire tutte le energie positive e mobilitarle.

In primo luogo la società civile. Si parla molto gli anti-europei, e il loro avanzare ci preoccupa tutti. E’ importante valorizzare le iniziative dei cittadini pro-europei. 
Chi crede nell’Europa deve ricordare ciò che è l’Unione ma deve anche confrontarsi con le persone deluse. A quelle e a quelli che non si pongono l’obiettivo di distruggere l’Europa ma se ne distaccano perché i risultati sperati non sono stati raggiunti.

Quali sono i pericoli che insidiano che vuole costruire un avvenire comune e solidale per gli Europei?
Ne vediamo tre principali:
1. Che tutte le energie si focalizzino su un divorzio che non abbiamo voluto e che non conduce a parlare del presente e di un futuro migliore a ventisette.
2. Che ciò che è essenziale, – la coesione tra i nostri territori e i nostri popoli, la solidarietà – sia considerato invece come accessorio. Nessuna ipotesi seria di lavoro a favore del progetto europeo può contemplare che ciò accada. L’Europa ha senso soltanto se si realizza un miglioramento sociale. L’Europa ha bisogno di una forte ambizione sociale per sopravvivere.
3. Che il dibattito su un’Europa a più velocità nasconda in realtà un dibattito su un’Europa a più direzioni e ci allontani tutti da un bene comune così faticosamente acquisito. Occorre conservare un’ambizione e dei valori comuni, concentrandosi nell’individuazione di metodi di lavoro che liberino energie a favore di un’ambizione europea.

Occorre quindi rilanciare la riflessione e l’azione dal basso. Per questi motivi la Comunità Pastorale propone  l’incontro con il Prof. Marco Laganà gia

Marco Laganà

Coordinatore Nazionale per l’Italia dell’Iniziativa dei Cittadini Europei “Un’educazione europea di qualità elevata per tutti” (MEET) e Senior Adviser Centro Studi Europei “RiFare l’europa”.

Questa nostra proposta non vuole monopolizzare la parola degli Europei, ma desidera moltiplicarla.
Vuole partire dai nostri territori, dai nostri parlamenti, dal nostro dialogo con gli Europei, elaborare insieme il futuro dell’Europa. Lo sforzo è immenso. Le difficoltà sono grandi. I mezzi sono talvolta inferiori a quelli che desideriamo. Ma questo lavoro è indispensabile e necessario. Ma è il nostro contributo alla sopravvivenza della nostra Unione e alla concretizzazione della promessa di un avvenire migliore per le Europee e gli Europei.

APPUNTAMENTO
Giovedì 28 marzo ore 21,00: Casa Canonica in pzza San Giovanni XXIII°- Lissone
Incontro con Marco Laganà. Tema: Europa: educare alle scelte per il bene comune. Quale futuro per l’Europa?
Ingresso libero

EDITH_STEIN_UFFICIALE_1_m


(

COMUNITA´ PASTORALE
S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE
Parrocchie:
Cuore Immacolato di Maria – Madonna di Lourdes
S. Maria Assunta – Sacro Cuore di Gesù
SS. Pietro e Paolo – S. Giuseppe Artigiano
LISSONE

I commenti sono chiusi